Diamanti Etici – Conflict Free

loader-large

I “Conflict Diamonds” o “Blood Diamonds” sono diamanti che provengono da zone controllate dalle forze o dalle fazioni opposte ai governi legittimi ed internazionalmente riconosciuti. Questi diamanti vengono usati per alimentare l’azione militare nell’opposizione a quei governi. I diamanti sono venduti sul mercato nero e sono usati per propagare guerre sanguinarie che creano molte vittime anche tra i bambini.

Davisgioielli Group propone solamente Diamanti Etici – Conflict Free cioè acquistati da fonti lecite non coinvolte nel finanziamento di conflitti, e nel rispetto delle quattro risoluzioni delle Nazioni Unite(n. 1173 – 1176 – 1306 – 1343). Il venditore garantisce pertanto che questi diamanti provengono da zone libere da conflitti, in base alle informazioni in possesso e/o alle garanzie dei suoi fornitori.

Il nome “Kimberley Process” deriva dall’omonima città diamantifera del Sudafrica dove nel 2002 si riunirono una sessantina di paesi produttori e acquirenti di diamanti grezzi, assieme ai rappresentanti delle maggiori industrie e società commerciali del settore e alcune organizzazioni per i diritti umani.
Il problema consisteva nello stabilire un meccanismo di controllo sul mercato delle pietre grezze in modo da garantire che i diamanti estratti in zone di guerra non arrivassero sul mercato mondiale e così smettessero di finanziare le parti in conflitto.
Nel novembre 2002, 52 governi hanno ratificato e adottato il Sistema di certificazione del Kimberley Process (KPCS), il quale è stato applicato appieno nell’agosto del 2003. In questo modo i paesi contraenti venditori mettono in vendita diamanti grezzi con un Certificato d’Origine attestante che sono state estratte in modo legale e non hanno finanziato movimenti armati e paesi contraenti compratori acquistano solo gemme accompagnate da tale certificato.

Oggi 69 Governi, in collaborazione con il settore del diamante e le ONG, sono impegnate e legalmente vincolate nell’ambito di questo processo controllato dall’ONU. I paesi aderenti al Kimberley Process (compresa la Comunità Europea come singolo partecipante in rappresentanza di 27 stati) coprono attualmente ben il 99% della produzione globale di diamanti grezzi.
I paesi partecipanti al Kimberley Process sono soggetti a ispezioni periodiche e a procedure di monitoraggio da parte degli altri stati membri, allo scopo di garantirne il rispetto. Inoltre, tutte le transazioni di vendita di diamanti sono sottoposte singolarmente a controllo e sono altresì soggette a regolamenti governativi indipendenti. I paesi che risultino non conformi sono soggetti a sanzioni da parte del Kimberley Process.

Tutti i paesi che fanno parte del Kimberley Process sono tenuti sotto stretto controllo.

Per maggiori informazioni su Kimberley Process, potete visitare il sito web www.kimberleyprocess.com

_____________________________________________________________________________________________

2015 Loghi certificati DavisgioielliGroup

© 2017 Davisgioielli Group  –  www.davisgioielli.com